Tre soluzioni per uscire dalla crisi e tornare a correre forte

By | giugno 4, 2015

Sangue

Dalle stelle alle stalle.

Dalla brillantezza alla stanchezza.

Dal sentirsi benissimo al non sentirsi per niente.

Momenti di vita atletica che frequentemente si alternano in noi runners.

Quante volte ci siamo sentiti bene e poi male?

Quante volte siamo saliti di forma e poi ridiscesi?

Tante!!!

La corsa è così… dà gioie e inganni, ci ammalia facendoci sentire sempre meglio fino a che puntualmente non succede qualcosa che ci fa ripiombare indietro.

Si cresce e poi come un fulmine a ciel sereno veniamo colpiti da qualche cosa che ci fa ripartire da capo.

eppure non mi sono infortunata ma più di così non riesco ad andare”

ho il cuore in gola anche a fare le scale”

Queste due frasi le abbiamo estratte da un incontro che abbiamo avuto con una ragazza poco tempo fa dal quale è nato questo articolo.

Ci racconto’ che erano circa 3 anni che si allenava e gli ultimi 6 mesi erano stati particolarmente intensi.

Si cominciava a sentire bene e gli allenamenti fatti con tanta dedizione stavano dando i loro frutti. Ripetute e gare non erano più un problema perchè ogni volta venivano meglio.

Finalmente era scesa sotto i 40 minuti nei 10 km… un sogno!!!

Fino ad un giorno in cui si senti la necessità di non correre… strano per lei ma non ci fece caso e anche quel giorno si portò a casa 13 km.

L’indomani aveva delle ripetute 4 x 2000 ad un ritmo facile giusto per fare un po’ di base.

Fatto il primo aveva già la sensazione di non farcela più, di avere le gambe spente ma non si perse d’animo e andò avanti con la convinzione che gli altri 2000 sarebbero andati meglio. A metà del secondo tragedia… si fermò. Non ne poteva più, le gambe le facevano male, le energie inesistenti anche le braccia erano doloranti!!

Da quel giorno uscire a correre era sempre uno strazio.

Sembrava che non si fosse mai allenata in vita sua, fare 10km portava le stesse conseguenze dell’aver fatto una maratona.

L’unica cosa che ora voleva era ritornare a correre stando bene, non importavano i tempi ma solo stare bene.

Correre senza sfinirsi ogni volta!

Correre per il piacere di farlo senza soffrire.

Dopo il suo racconto ci venne subito in mente di mandarla a fare le analisi del sangue, sicuramente c’era qualcosa che non andava. Lei ci disse che le aveva fatte poco tempo prima e che andava tutto bene e anzi non erano mai andate meglio di così.

Abbiamo insistito!!!

Il risultato è stato che tutto si era abbassato.

Ematocrito, emoglobina e globuli rossi si erano ridotti in maniera evidente, ecco perchè non ce la faceva più.

Questi valori per chi fa sport di resistenza sono fondamentali, un loro abbassamento può creare inefficienza e stanchezza proprio come è successo a questa ragazza.

I motivi che portano a questa riduzione possono essere diversi: scarsa o sbagliata alimentazione, eccesso di allenamento, famigliarità all’anemia, febbre…

Ma a noi quello che importa è la soluzione.

Come facciamo a tirarci su?

Mettendo come base tanta pazienza, mettiamo insieme 3 rimedi che in qualche settimana ci aiuteranno a riportare su questi valori:

  • Integrazione di ferro: il ferro è l’elemento fondamentale, fate vedere le analisi al vostro medico di base dicendogli che correte, vi potrà prescrivere degli integratori adatti a cui potete associare vitamina B e Acido Folico utili per potenziarne l’effetto.
  • Alimentazione Efficace: Ogni tre giorni fate un pasto solo a base di carne rossa o fegato condito con limone. La vitamina C aiuta l’assorbimento del ferro. Non mangiate pane e non bevete caffè perchè le fibre e i tannini ne riducono l’assorbimento
  • Riprogrammate l’allenamento: gestitevi correttamente. Evitate sedute di corsa più lunghe di 50 minuti, le ripetute fatele solo con un recupero ampio e ad un ritmo gestibile. Inserite delle salite corte che vi permettano di fare forza senza scaricarvi. Se gareggiate fatelo solo per divertimento senza sperare a nessun miracolo.

Abbassamenti anche lievi di questi valori devono essere tenuti in considerazione.

Analisi sangue prima

PRIMA: Analisi del sangue nel periodo di un buon stato di forma fisica

Analisi Sangue Dopo

DOPO: A 2 mesi dalle ultime analisi nel momento in cui lo stato di forma era completamente sparito

    

La corsa e’ uno sport aerobico,  sangue ed ossigeno ci permettono di mantenere in funzione il motore per produrre l’energia necessaria a macinare i km!

Non aspettiamo di avere un’anemia conclamata per fare qualcosa!!

Ogni due mesi (anche se state bene) fate un semplice esame del sangue che si chiama emocromo e valutate se ci sono delle differenze rispetto al precedente perché le cose possono cambiare velocemente.

Al vostro medico dite che correte perché un piccolo abbassamento potrebbe essere considerato insignificante dal conto suo quanto invece per noi può fare la differenza.

Se siete vegetariani o vegani non dimenticatevi che il ferro contenuto nei vegetali non ha lo stesso assorbimento di quello contenuto nella carne per cui integratevi con prodotti consigliati da esperti.

L’eccesso di allenamento riduce automaticamente l’ematocrito per cui fate dei momenti di recupero soprattutto dopo un periodo di allenamento maratona.

Non ripartite subito…partirete con i depositi vuoti!

Il caldo può peggiorare la situazione in quanto intensifica il senso di spossatezza.

Cercate di bere molto e usare integratori di sali minerali.

Non inseguite l’allenamento.

Avrete giorni altalenanti, una volta meglio e una volta peggio, rimandate a domani se oggi non vi sentite bene…tanto sarà inutile!

In qualche settimana starete meglio con queste soluzioni.

Provate !!!!

Life hard, run easy

Vale e Marti

PS: come sempre l’alimentazione come l’allenamento sono molto importanti, proprio per questo abbiamo creato una mini dispensa gratuita che parla di Alimentazione e corsa, se vuoi scarica gratuitamente inserendo la tua mail nel box qui sotto. Buone Corse.

Scarica adesso GRATUITAMENTE: I 7 segreti dell’alimentazione per correre forte

Email *

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *