L’ALLENAMENTO SMART CHE SOSTITUISCE IL COLLINARE

By | marzo 13, 2018

Come allenarsi la domenica quando si ha poco tempo a disposizione ?!

Lo sappiamo tutti, la domenica è il giorno perfetto per allenarsi. Il tempo a disposizione è maggiore, gli amici runner sono carichi e il pomeriggio darà la possibilità di fare un riposo ristoratore.

La maggior parte delle persone non capisce cosa ci sia di bello nell’alzarsi presto e uscire di casa anche la domenica.

Chi non corre non può capire !

Non può capire che la domenica per un podista è sacra.

È la giornata ideale per fare quell’allenamento che nel resto della settimana non si riesce a fare : il lungo collinare !

Quanto piace il lungo collinare ?

Tantissimo !

Spesso si fa in gruppo e il chilometraggio varia dai 16km ai 25km.

Dà una grandissima soddisfazione e il ritmo diventa più o meno sostenuto a seconda della compagnia con cui si esce.

Che bella la domenica …

Però “purtroppo” capita che qualche domenica venga occupata da appuntamenti che riducono il tempo a disposizione per allenarsi con conseguente cancellazione del tanto amato collinare. Il purtroppo è tra virgolette perché questi appuntamenti la maggior parte delle volte sono familiari (gite, cresime, pranzi, inviti, ecc.) e le virgolette sono d’obbligo perché la famiglia è al primo posto d’importanza e non può esistere allenamento che passi sopra ai nostri primi sostenitori.

Quando succede questo, cosa si può fare ?

Prima di tutto vedere se l’allenamento può essere anticipato al sabato, se non è possibile si può passare al piano B !

Che cos’è il piano B ?

È il collinare SMART !!

Un allenamento che in 50 minuti ti darà una gran soddisfazione e non ti farà rimpiangere il collinare. Ovvio che la finalità atletica non è proprio la stessa (nel lungo collinare si lavora più sulla resistenza aerobica e nel collinare SMART la resistenza latacida), ma la soddisfazione è la stessa.

Come funziona :

Andare su un percorso collinare vicino a casa che abbia 1km di salita. Non importa che sia salita continua, anche la presenza di brevi tratti di pianura non cambia la qualità del lavoro.

Bisogna sicuramente fare qualche minuto di riscaldamento e iniziare l’allenamento dalla base della salita.

Dopo di che si inizia correndo 200m in salita ad andatura sostenuta e una volta terminata si scenda 100m di corsa blanda per recuperare. Appena finiti i 100m si riparte con i 200m in salita e si riscende per recuperare durante i 100m di corsa leggera in discesa e così fino a che non termina la salita.

Se la salita è da 1km verranno fuori 9 sprint da 200m in salita e 8 in discesa da 100m.

Un volta arrivata in cima con l’ultimo sprinta da 200m, si scende con corsa blanda fino a tornare alla base della salita e si ripete nuovamente da capo.

In soli 45-50 minuti si riesce a fare un allenamento di grande soddisfazione.

Unico neo …

Non tutti hanno una salita da 1km vicino a casa !

Non c’è problema, può bastare anche una salita da 500m e fare 4-5 serie da 4 sprint in salita da 200m e ogni volta che si arriva in cima si scende fino alla base.

Che dite ?

Vi piace ?

Non vi resta che provare !

LIFE HARD, RUN EASY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *