Cosa fare in una giornata di pioggia?

By | marzo 25, 2015

pioggiaArriva finalmente il momento di andare a correre, ci cambiamo in fretta, togliamo l’orologio del lavoro per mettere il cronometro, allacciamo bene le scarpe e apriamo la porta per uscire….neanche il tempo di alzare lo sguardo e ci accorgiamo che fuori diluvia!!!

Ma 10 minuti prima appena sgocciolava!!!

Che faccio ora? Ormai mi sono cambiato! Ma piove troppo! Tanto non si riesce a fare niente con questo tempo! Mi metto il pigiama e andrò un altra volta…

Questo solitamente è il percorso dei nostri pensieri quando apriamo la finestra e ci accorgiamo che fuori è Tempesta!!! Magari piove soltanto, ma per noi diventa improvvisamente tempesta.

Questi pensieri sono negativi perchè ci fanno perdere una giornata di allenamento.

Se il giorno dopo non potete correre perchè avete altri impegni?

Se il giorno dopo non potete correre perchè piove ancora?

Se il giorno dopo non potete correre perchè siamo in inverno e vostro figlio si ammala?

Avete PERSO un giorno di allenamento!!!

Questo è il problema che nella stagione invernale assilla tutti i podisti. Sono pochi i runners coraggiosi che escono indipendentemente dalle condizioni atmosferiche (senza poi ottenere un allenamento fruttuoso nel caso di vero maltempo), la maggioranza, decide di rinviare a tempi migliori senza trovare però un’alternativa, buttando nel bidone la possibilità di allenarsi lo stesso.

Un giorno di pioggia non può essere un giorno perso.

Quante volte vi è capitato di rimanere minuti interminabili davanti alla finestra facendovi mille domande: cosa faccio? Vado lo stesso? Salto le ripetute che proprio dovevo fare oggi? E se piove anche domani?……?

Che confusione!!!

Si rimane così, nella confusione, senza sapere cosa fare o senza sapere come modificare la propria programmazione.

Basta ora perdere tempo tra tante domande perché esiste più di una soluzione per rendere allenante anche un giorno di forte maltempo.

Ecco le soluzioni:

  1. corsa sul Tapis Roulant
  2. Circuit-training
  3. Spinning
  4. Nuoto o corsa in acqua
  5. Massaggio

La soluzione più semplice e ovvia è quella di sostituire la corsa all’aperto con la corsa su Tapis Round. Ottimo, va benissimo, se ce l’abbiamo in casa o se la palestra vicino a casa ci da la possibilità di utilizzarlo per almeno un ora.

Una seconda soluzione è il Circuit Training cioè un circuito di esercizi che determinano un elevato impegno cardio-respiratorio e muscolare. Questo può essere fatto anche in casa a corpo libero, non solo in palestra. Il circuito permette di lavorare sulla forza resistente che di solito viene tralasciata per ricercare solo il kilometraggio ma ricordiamo che essere forti vuol dire riuscire a spingere di più e essere più veloci.

Provate con questo circuito:

  • 20 squat + 20 secondi di skip a ginocchia alte + 10 piegamenti sulle braccia + 20 saltelli a piedi pari + 20 affondi + 20 secondi di calciata dietro + 20 salite su una sedia
  • 1 minuto e 30 secondi di recupero e si riparte per 5 giri
  • poi addominali a non finire!!!

Esistono tantissimi tipi di circuiti che potete fare ma prima fatevi correggere da un buon allenatore sulla tecnica di esecuzione.

E cosa ne pensate di una bella lezione di Spinning? i motivi che ci spingono a consigliare lo spinning sono simili a quelli del circuit-training, migliora notevolmente la forza delle gambe, impegna il sistema cardiovascolare e ci fa fare una bella sudata soddisfando il nostro desiderio di endorfine.

L’unico neo è che trascura la parte superiore del corpo ma si può poi completare l’allenamento con esercizi specifici.

La quarta cosa che è possibile fare con eccezionali benefici è la Piscina che può essere sfruttata in due modi: la semplice nuotata che agisce sul sistema cardio-respiratorio rigenerando, al tempo stesso, la muscolatura la quale massaggiata dall’acqua ritrova elasticità e si libera dalle tossine accumulate durante la corsa.

La seconda possibilità è la corsa in acqua con o senza cintura galleggiante che permette di svolgere un ottimo lavoro cardio-respiratorio e migliora la tecnica delle anche e delle braccia lasciando in scarico le articolazioni (e ogni tanto ci sta).

Provate a fare questo:

  • indossate la cintura galleggiante e iniziate a muovervi come se correste all’aperto e ripetete questo gesto per 10 vasche. Lavorate con le braccia flesse e con una falcata ampia delle gambe che vi permetteranno di fare un buon avanzamento. Finite queste 10 vasche alternate una vasca forte ad una piano per 8 volte….tornerete a casa cotti!

Massaggio decontratturante: tutti sappiamo dei suoi benefici ma nessuno trova mai il tempo per farlo. Ecco che una giornata di pioggia diventa l’occasione giusta per farlo, così il nostro fisico ci ringrazierà e il giorno dopo correremo ancora più forte.

Provate a chiamare il vostro massaggiatore e vedrete che un posticino ve lo trova!

Non una ma cinque soluzioni alternative ed efficaci per quando il tempo non ci permette di uscire a correre.

Visto che ancora la stagione è pazzerella perchè non provare una di queste attività !!

Vi farete un buon allenamento rimanendo in forma e pronti per correre la volta successiva.

Una giornata di pioggia non potrà più preoccuparvi!

Life hard, Run easy

Vale e Marti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *